I servizi abitativi pubblici (SAP) in Lombardia sono regolati da:

  • la Legge regionale n.16/2016 
  • Il Regolamento regionale 4 agosto 2017 n.4 "Disciplina della programmazione e dell'offerta abitativa pubblica e sociale e dell'accesso e permanenza nei servizi abitativi pubblici", come modificato dal Regolamento regionale 8 marzo 2019 n.3 "Modifiche al r.r.4 agosto 2017 n.4 (Disciplina della programmazione dell’offerta abitativa pubblica e sociale e dell’accesso e della permanenza nei servizi abitativi pubblici).

COMPILAZIONE DELLA DOMANDA

La domanda di assegnazione di alloggio pubblico prevede la presentazione della domanda tramite procedura online collegandosi alla piattaforma informatica regionale https://www.serviziabitativi.servizirl.it/

L'accesso al portale è subordinato ad una procedura di autenticazione mediante: 
- SPID (Sistema pubblico di identità digitale)
- CNS (Carta nazionale dei Servizi) e codice Pin  

Dopo la registrazione entrare nell'area riservata e visualizzare l'elenco degli alloggi a disposizione nel proprio Comune di Residenza e/o nel proprio Ambito Territoriale.

NB: Semestralmente viene operata una ricognizione degli alloggi disponibili in ogni Comune con comunicazione all'Ente Capofila dell'Ambito Territoriale (nel caso di Cologno al Serio l'ente Capofila è il Comune di Romano di Lombardia) il quale provvede ad emanare un Avviso Pubblico contenente le caratteristiche degli alloggi disponibili e i termini di apertura delle domande di richiesta alloggi.

A Cologno al Serio gli alloggi pubblici assegnabili sono locati presso lo stabile ExCristini in Via Corsini/Piazza Garibaldi.
 

DOCUMENTI NECESSARI PER LA PRESENTAZIONE  DELLA DOMANDA

  • ISEE in corso di validità (deve essere inferiore alla soglia stabilita annualmente dalla Regione e comunicata con l'Avviso Pubblico)
  • eventuale certificato di invalidità con la percentuale di invalidità riconosciuta
  • marca da bollo da 16 € o carta di credito per il pagamento on line
  • credenziali per l’accesso SPID (Sistema Pubblico di Identità Digitale) oppure la tessera CNS (Carta Nazionale dei Servizi)
  • dati anagrafici e codici fiscali di tutti i componenti del nucleo familiare.

Alla scadenza dei termini dell'Avviso, la piattaforma elabora le domande pervenute e redige le graduatorie in automatico in ordine decrescente in base all’indice di disagio (ISBAR) con relativo punteggio ed alloggi opzionati per ente proprietario (Comuni o Aler).

In particolare verrà dato maggior punteggio alle famiglie indigenti (ISEE inferiore ai € 3000), persone anziane e nuclei monoparentali con minori.

 

Allegati

AllegatoDimensione
PDF icon Avviso Pubblico - Anno 20198.94 MB