5 Maggio 2022

Carissime e carissimi,

ringraziandovi per il prezioso supporto nel progetto di “Accoglienza diffusa” per le persone di origine ucraina ospitate nel nostro territorio, vi raggiungo con questa comunicazione per un aggiornamento circa l’andamento del progetto.

Attualmente sono presenti sul nostro territorio circa 30 persone in accoglienza. Numerose altre sono ospitate alla Muratella, che non ha diretti rapporti nel nostro progetto perché l’ospitalità lì è stata sostenuta con una donazione privata. Tuttavia, alcune persone che alloggiano lì ci stanno chiedendo un supporto per l’inserimento scolastico e l’alfabetizzazione. Alle 30 persone presenti nel progetto sono stati assegnati temporaneamente alloggi adeguati al numero di componenti del nucleo e alle tipologie familiari (es. con o senza auto, presenza o meno di animali domestici e altre variabili). Rispetto alla tematica abitativa, siamo in attesa di notizie circa l’esito del bando per l’adesione al progetto SAI: solo una volta noto l’esito potremo rendere più certe le attuali sistemazioni. Si aggiunge a questo tema anche la volontà delle persone ospitate: alcune di loro hanno scelto di tornare, temporaneamente o definitivamente, in Ucraina. La situazione abitativa è quindi in divenire, ma attentamente presidiata dai volontari del progetto.

Rispetto all’inserimento a Cologno, è stato attivato un corso di alfabetizzazione settimanale per adulti, che si tiene il sabato mattina, occasione di incontro e scambio di informazioni, condivisione di bisogni e necessità dei diversi nuclei familiari. Con il fondo del progetto (istituito dalla collaborazione fra Parrocchia, Comune e volontari) alimentato da donazioni, per le quali ringrazio il buon cuore di tante e tanti, è stato effettuato un versamento di 1.000 € all’Istituto comprensivo per aumentare le ore di alfabetizzazione destinate a bimbe e bimbi inseriti nelle varie classi. Diversi bimbi sono stati inseriti nelle associazioni sportive del paese. Per loro è partito anche il progetto di alfabetizzazione pomeridiana grazie a volontari di “Con le forbici in tasca”.

Ogni famiglia il lunedì riceve tutto quanto ha richiesto alla fine della precedente settimana. Si sta procedendo anche per rendere maggiormente autonome le famiglie, attraverso l’assegnazione di un voucher settimanale destinato alla spesa, voucher sempre finanziato mediante il fondo di progetto. Ogni nucleo familiare è seguito da volontari di riferimento, che si attivano per le necessità (spostamenti etc). Abbiamo sempre bisogno di ulteriori volontari, quindi se vi fossero altre persone intenzionate a farsi avanti aspettiamo la vostra disponibilità (è possibile segnalare la disponibilità ai Servizi sociali comunali).

Oltre alle attività a sostegno della vita quotidiana, in questa fase il progetto si sta orientando all’integrazione di queste persone nella nostra comunità. Per questo stiamo pensando di inserire bimbe e bimbi nei percorsi ricreativi estivi, sempre attraverso il fondo e probabilmente anche con il supporto del COM di Protezione civile “Bassa Bergamasca”, del quale mi permetto di diffondere un’iniziativa - Pizzata solidale di giovedì 19 maggio a Treviglio - volta proprio alla raccolta fondi per i diversi progetti territoriali di accoglienza.

Non posso che concludere ringraziando tutti coloro che stanno già partecipando attivamente come volontari e quanti vorranno aggiungersi al gruppo (fatevi avanti!).

Ringrazio chi da subito ha aperto la propria casa, accogliendo mamme e bimbi. Ringrazio chi ha dato la disponibilità di alloggi indipendenti, del tutto gratuitamente e con grande generosità. Ringrazio i volontari che seguono i nuclei familiari nelle necessità quotidiane. Senza di voi non sarebbe stato possibile far partire questo progetto!

Grazie alla Parrocchia, a tutte le associazioni coinvolte, dagli Alpini a Con le forbici in tasca, dal Gruppo Giovani a Caritas alla Scuola “Don Pizio”, ai Servizi sociali, a chi non sto menzionando ma ha effettuato donazioni o organizzato iniziative di raccolta fondi per il progetto. Grazie anche alle numerose attività commerciali del paese, che si sono messe a disposizione per supportarci. Siete davvero un importante presidio sociale per il nostro territorio! Grazie a ogni singola persona che ha donato qualcosa di sé, dagli abiti ai giochi ai fondi per finanziare le attività che si stanno realizzando.

Vi ringrazio per il vostro impegno, il vostro supporto e per la generosità con cui state partecipando a questo progetto.

A presto

La Vostra Sindaca

Chiara Drago