Quali sono gli obblighi a carico dei privati in caso di presenza di amianto?

Ogni privato deve compilare e consegnare al Comune di appartenenza (che provvederà a trasmetterlo all'ATS Agenzia di Tutela della Salute di Bergamo) il modulo NA/1 di notifica di presenza amianto in strutture o luoghi.

Inoltre, solo nel caso di coperture (tettoie) contenenti fibre di amianto (più comunemente conosciute come “eternit”), il privato deve effettuare la valutazione dello stato di conservazione delle coperture in cemento – amianto. L’esito di tale valutazione definisce gli ulteriori obblighi a carico del privato, come specificato direttamente sulla relativa modulistica.

Sia il modulo NA/1 che la modulistica per la valutazione dello stato di conservazione delle coperture, sono rinvenibili nella sottostante sezione “allegati”.

Come si deve procedere per rimuovere l’amianto?

E’ fondamentale individuare un’impresa specializzata, la quale dovrà predisporre e presentare all'ATS Agenzia di Tutela della Salute di Bergamo un apposito “piano di lavoro”, per ottenerne il relativo Nulla Osta.

Contestualmente, deve essere presentata idonea pratica edilizia allo Sportello Unico per l'Edilizia asseverata da un tecnico abilitato.

Agevolazioni fiscali

Si ricorda, inoltre, che gli interventi di smaltimento dell'amianto, se connessi a determinati interventi edilizi, possono inoltre essere occasione per usufruire anche delle agevolazioni fiscali legate alla ristrutturazione edilizia o ad interventi di risparmio energetico, come descritto nelle linee guida dell’Agenzia delle Entrate reperibili al seguente link:

 

Adempimenti per le attività produttive

Oltre agli obblighi di censimento e valutazione dello stato di conservazione delle coperture in cemento amianto, i datori di lavoro devono rispettare i seguenti adempimenti:

A)  Valutazione e Gestione del Rischio (D.Lgs. 81/2008)

B)  Programma di controllo dei materiali contenenti amianto, che prevede:

  • Designazione e nomina del Responsabile dell'amianto (DM 6.9.1974, art. 4)
  • Informativa agli occupanti l'edificio (D.D.G.S 18.11.2008, n. 13237)
  • Schede di analisi e custodia in caso di manutenzione (Circolare ESEDI e D.Lgs 81/08)
  • Analisi di laboratorio del campione prelevato

 

Contributi per la rimozione di coperture in cemento amianto

2019: Si segnala che con D.d.u.o. 14 giugno 2019 - n. 8615, la Direzione Ambiente e Clima di Regione Lombardia ha approvato il bando, per l'assegnazione di contributi ai cittadini, per la rimozione di coperture e di altri manufatti in cemento-amianto di edifici privati a prevalente destinazione residenziale.

I contributi nel loro complesso ammontano a 1.000.000,00 €.

Le domande dovranno essere presentate on-line collegandosi all'indirizzo web www.bandi.servizi.it a partire dalle ore 10:00 del giorno 8 luglio 2019 e fino alle ore 16:00 del giorno 9 settembre 2019. Tutta la procedura amministrativa del bando avverrà attraverso la suddetta piattaforma informatica.

Per maggiori informazioni è possibile consultare il volantino di Regione Lombardia, scaricabile tra gli allegati.

 

Per ulteriori approfondimenti consultare i seguenti link: