Accesso civico

L'art. 5 del D.Lgs. 14 marzo 2013, n. 33 prevede ai commi 1, 2 e 3  quanto segue:

"1.  L'obbligo previsto dalla normativa vigente in capo alle pubbliche amministrazioni di pubblicare documenti, informazioni o dati comporta il diritto di chiunque di richiedere i medesimi, nei casi in cui sia stata omessa la loro pubblicazione.

2.  Allo scopo di favorire forme diffuse di controllo sul perseguimento delle funzioni istituzionali e sull'utilizzo delle risorse pubbliche e di promuovere la partecipazione al dibattito pubblico, chiunque ha diritto di accedere ai dati e ai documenti detenuti dalle pubbliche amministrazioni, ulteriori rispetto a quelli oggetto di pubblicazione ai sensi del presente decreto, nel rispetto dei limiti relativi alla tutela di interessi giuridicamente rilevanti secondo quanto previsto dall'articolo 5-bis.

3.  L'esercizio del diritto di cui ai commi 1 e 2 non è sottoposto ad alcuna limitazione quanto alla legittimazione soggettiva del richiedente. L'istanza di accesso civico identifica i dati, le informazioni o i documenti richiesti e non richiede motivazione. L'istanza può essere trasmessa per via telematica secondo le modalità previste dal D.Lgs. 7 marzo 2005 n. 82 e successive modificazioni, ed è presentata alternativamente ad uno dei seguenti uffici:

a)  all'ufficio che detiene i dati, le informazioni o i documenti;
b)  all'Ufficio relazioni con il pubblico;
c)   ad altro ufficio indicato dall'amministrazione nella sezione “Amministrazione trasparente” del sito istituzionale;
d)   al responsabile della prevenzione della corruzione e della trasparenza, ove l'istanza abbia a oggetto dati, informazioni o documenti oggetto di pubblicazione obbligatoria ai sensi del presente decreto ..."
 

All'interno di ogni amministrazione il Responsabile della prevenzione della corruzione, di cui all'art. 1, comma 7, della legge 6 novembre 2012, n. 190, svolge le funzioni di Responsabile per la trasparenza, ai sensi dell'art. 43 - comma 1 - del D.Lgs. 33/2013 ed il suo nominativo è indicato nel Piano Triennale per la Prevenzione della Corruzione. Nel Comune di Cologno al Serio tale ruolo è stato affidato al Segretario comunale.

Pertanto il cittadino può esercitare il diritto di accesso civico e dunque richiedere all'Amministrazione documenti, informazioni o dati, nei casi in cui sia stata omessa la loro pubblicazione, formulando un'istanza trasmessa al Segretario comunale - Responsabile della trasparenza - ai seguenti indirizzi mail:

E-mail: protocollo@comune.colognoalserio.bg.it
PEC:

comune.colognoalserio@postecert.it

Telefono:    

035 4183501 - int. 1

Fax:

035 890445


L'amministrazione procede alla pubblicazione nel sito del documento, dell'informazione o del dato richiesto e lo trasmette contestualmente al richiedente, ovvero comunica al medesimo l'avvenuta pubblicazione, indicando il collegamento ipertestuale a quanto richiesto. Se il documento, l'informazione o il dato richiesti risultano già pubblicati nel rispetto della normativa vigente, l'amministrazione indica al richiedente il relativo collegamento ipertestuale.
Nei casi di ritardo o mancata risposta il richiedente può ricorrere al titolare del potere sostitutivo, individuato nel Segretario comunale giusta deliberazione della Giunta Comunale n. 127 del 27.12.2012.

 

Di seguito sono elencati i procedimenti e le attività dell'Ente

Attività e procedimenti