Piano Casa L.R. 13/09

La legge si ispira ai principi di semplificazione (procedure più agili per avviare gli interventi), sussidiarietà (coinvolgimento diretto dei Comuni per l’applicazione della legge), risparmio di suolo (riutilizzo dei volumi già esistenti senza ulteriori espansioni urbanistiche), efficienza energetica (sia per i nuovi interventi che per gli edifici esistenti coinvolti), qualità paesaggistica (coerenza con l’identità e la storia del tessuto urbano) e sicurezza degli edifici (pieno rispetto della normativa antisismica).

La legge regionale 13/09 di applicazione del cosiddetto Piano Casa ha una durata definita in 18 mesi, a decorrere dal 16 ottobre 2009. Nel periodo fra l’approvazione della legge e l’entrata in vigore della stessa i comuni possono assumere, entro il 15 ottobre 2009, una serie di delibere in grado di influenzare l’applicazione della legge regionale, adattandola alle singole specificità territoriali e alla conformazione dei suoli.

La Lr. 13/2009 attribuisce, quindi, ai comuni la facoltà di deliberare sui seguenti temi:

  • individuazione delle aree industriali in cui è ammessa la sostituzione degli edifici produttivi esistenti;
  • indi viduazione delle parti del territorio comunale non soggette all’applicazione della legge;
  • indicazioni in ordine al reperimento di spazi per parcheggi pertinenziali e a verde;
  • indicazioni circa la applicazione della riduzione degli oneri di urbanizzazione e del contributo del costo di costruzione.

Il Comune di Cologno al Serio con deliberazione del Consiglio Comunale n. 83 del 07/10/2009 ha deliberato in ordine alla applicazione del Piano Casa di cui alla L.R. 13/2009 secondo le indicazioni cui sopra.

I contenuti specifici sono riportati nelle schede tecniche e negli elaborati cartografici allegati alla deliberazione stessa.