TARIFFA RIFIUTI: calcolo corretto

TARIFFA RIFIUTI: calcolo corretto
23/11/2017

In merito alla notizia apparsa sulle testate giornalistiche sulla doppia imposizione TARI negli avvisi di pagamento, relativa alla quota variabile giova spiegare quanto segue:

Il Comune di Cologno al Serio approva ogni anno con deliberazione del consiglio comunale il quadro tariffario Tassa Rifiuti (a prescindere dalla denominazione che viene data dalla legge) che comprende come di seguito specificato una tariffa per i nuclei familiari suddivisa per numero dei residenti (da 1 a 6 con l’ultima categoria comprendente le famiglie con più di 6 occupanti) e una tariffa per le pertinenze che segue le medesime condizioni.

Ogni categoria ha una tariffazione binomia, una fissa che copre i costi generali del servizio ed una variabile che copre le voci di costo riconducibili alla quantità di rifiuto prodotto.

Si allegano le tariffe deliberate nel 2017 per esempio:

 

Categoria

Tariffa Fissa

Tariffa Variabile

 

Componenti 1

0,4532

37,4855

 

Componenti 1 - Pertinenze

0,4532

0,00

 

Componenti 2

0,5326

74,971

 

Componenti 2 - Pertinenze

0,5326

0,00

 

Componenti 3

0,5949

93,732

 

Componenti 3 - Pertinenze

0,5949

0,00

 

Componenti 4

0,6459

121,837

 

Componenti 4 - Pertinenze

0,6459

0,00

 

Componenti 5

0,6969

149,942

 

Componenti 5 - Pertinenze

0,6969

0,00

 

Componenti 6 o più

0,7366

173,375

 

Componenti 6 o più - Pertinenze

0,7366

0,00

 

 

Il calcolo tariffario per ogni singola utenza domestica viene effettuato con le seguenti modalità:

(mq. x Tariffa Fissa) + Tariffa Variabile

Laddove si tratti di una pertinenza dell’abitazione principale (“Autorimessa”), come si denota dalla tabella sopra indicata, la tariffa variabile è pari a zero e quindi il tributo corrisponde alla sola tariffa su base metrica.

Tale situazione premette di adeguare la liquidazione del tributo al dettato normativo attualmente in vigore per cui la parte variabile della tariffa viene applicata alla sola utenze principale senza una duplicazione della stessa alle pertinenze.

Quanto sopra è riportato negli avvisi di pagamento TARI inviati ai contribuenti ogni anno.