Assegno di Maternità

(art. 74 della legge 26 marzo 2001, n. 151)

L’assegno di maternità è una misura di integrazione del reddito volta ad aiutare le madri che non hanno copertura previdenziale per affrontare l’evento nascita. L’assegno è concesso dal Comune ed è corrisposto dall’INPS in un’unica soluzione, in genere entro 45 giorni dalla data di ricezione dei dati trasmessi dal comune.

Come e quando

La richiesta va presentata direttamente dalla madre entro sei mesi dalla data del parto, purchè in possesso dei seguenti requisiti:

  • essere cittadina italiana, comunitaria o in possesso di carta di soggiorno, ovvero permesso di soggiorno illimitato, e risiedere nel territorio nazionale;
  • non percepire alcuna indennità di maternità previdenziale ovvero percepire un’indennità inferiore all'importo mensile dell'assegno;
  • risorse economiche del nucleo familiare non superiori a determinati limiti ISEE stabiliti dalla legge che variano annualmente.

Verificata la regolarità dei requisiti, l’istanza viene inoltrata in via telematica all’INPS. L'importo dell'assegno viene deciso dall'INPS e rivalutato ogni anno sulla base degli indici dei prezzi Istat.

Per infomazioni consultare il sito INPS.

L’istanza va presentata su apposito modulo disponibile presso gli uffici comunali con allegata l’attestazione ISE/ISEE, una fotocopia del documento d’identità in corso di validità e l’eventuale carta di soggiorno per le cittadine extracomunitarie.

Modulistica

Clicca sull'icona per scaricare gli allegati

File

Descrizione

Data

Modulo di richiesta assegno di maternità Modulo di richiesta assegno di maternità 13/01/2016